Come abbassare il colesterolo, quello cattivo naturalmente

combattere il colesterolo

In media stat virtus” recitavano gli antichi romani, e come dare loro torto? Se per esempio pensate che il colesterolo vada eliminato dal vostro organismo state prendendo una cantonata, perché questa sostanza simile al grasso è essenziale per la vita, trovandosi nelle membrane cellulari, essendo parte costitutiva di alcuni ormoni e acidi biliari, svolgendo un ruolo nella produzione di vitamina D, etc.

In buona sostanza: non se ne può fare a meno!

Ma, sempre tenendo presente l’insegnamento di cui sopra, quella che deve essere controllata è la sua quantità che, oltre certi livelli, mette a rischio cuore e sistema sanguigno, generando placche che ne ostruiscono il flusso, e rendendosi responsabile di infarto e ictus.

Trattandosi, come detto, di una sostanza grassa, il colesterolo non può circolare nel sangue se non in presenza di proteine che lo rendono idrosolubile: le LDL e le HDL. Mentre però le prime ne facilitano la permanenza nelle arterie, le seconde lo trasportano verso il fegato dove viene metabolizzato.

Vedremo come anche alcuni succhi estratti possono abbassare i livelli di colesterolo nel sangue che, a voler essere precisi, dovrebbero attestarsi sotto i 200-220 mg/dl per quello totale, al di sopra dei 40 mg/dl negli uomini e 50 mg/dl nelle donne per quelli del HDL, mentre il colesterolo LDL (detto anche negativo) dovrebbe essere inferiore a 160 mg/dl se non ci sono altri fattori di rischio (in caso contrario non dovrebbero superare i 70 mg/dl nel caso in cui sussistano patologie cardiache, pressorie, arteriose, etc.).

Come abbassare il colesterolo con la dieta giusta

La maggior parte dei medici sostiene che per abbattere il colesterolo bisogna ridurre il consumo di uova, carni grasse e formaggi.

Approcci di nicchia ritengono invece che i responsabili dell’innalzamento dei livelli di quello cattivo (LDL) sarebbe provocato dai CEREALI (pane, pizza, pasta, riso, etc.), a causa dell’alto contenuto di amidi.

Ora, non prendendo posizione in merito a questi due approcci diametralmente opposti, entrambi danno via libera al consumo di legumi, frutta (attenzione però in questo caso all’innalzamento della glicemia provocata dal fruttosio), frutta secca e semi oleaginosi (che anzi innalzano il colesterolo buono), e verdura di stagione (ricca di vitamine e sali minerali, indispensabili per il corretto funzionamento del fegato che, come detto, è responsabile della metabolizzazione del colesterolo).

Due succhi vivi per combattere il colesterolo

Prendete il cuore di un carciofo cotto al vapore, mettetelo in un estrattore di succo, aggiungete del sedano, qualche lamella di aglio, e bevetene il succo al mattino e durante la cena: in questo modo vi assicurerete un rimedio efficace e naturale per ridurre il colesterolo e l’ipertensione e vi prenderete cura del vostro cuore. 

Se però non amaste troppo l’amarezza del carciofo o il sapore dell’aglio, optate per un altro succo estratto efficace contro l’eccesso di colesterolo nel sangue.

Reperite un ananas, pulitelo e tagliatelo, insieme a limoni o lime e qualche radice (ottimi lo zenzero o la cannella) inseritelo nell’estrattore e bevete il succo dopo i pasti come se fosse un cocktail: in questo caso eliminerete tossine, digerirete meglio, e ridurrete il colesterolo, ma con un sapore gradevole e rinfrescante!

No votes yet.
Please wait...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


20 − 5 =