Come fare il cous cous di verdure

cous cous di verdure

Una ricetta molto semplice, di rapida esecuzione (poco più di una mezz’ora tra preparazione e cottura), molto buona e ottima per diverse esigenze, vista anche l’enorme possibilità di condimenti con i quali è possibile accompagnarla. Oggi vedremo come fare il cous cous di verdure, ma nulla ci vieta di farlo con il pesce, con la carne o con abbinamenti di una delle due con le verdure. Scopriamo quindi di cosa avremo bisogno e come si prepara.

I nomi e la storia

Tutti lo chiamano allo stesso modo ma sono in molti a domandarsi: come si scrive? La versione cous cous è di origine francese, ma ci sono anche varianti accettate come cuscus o, anche, cuscussù; tanti nomi per un unico piatto. La ricetta è di origine nordafricana, ma anche della Sardegna e della Sicilia occidentale dove questo piatto veniva preparato con grani di semola di frumento che venivano cotti a vapore. Da molti il cous cous è considerato il piatto tipico del Nordafrica, data la sua diffusione, ma ha un enorme diffusione anche nell’Africa Occidentale, in Francia, in Giordania, Belgio, Palestina e Libano.

Troviamo primi cenni su questo piatto in un libro di ricette del XIII secolo risalente alla Spagna musulmana. Altri riferimenti si hanno in libri di storia siriani che confermano la rapida diffusione di questa ricetta. Molto probabilmente, stando alle più attente ricerche, l’origine di questa particolare cottura a vapore è da collocare nell’Africa occidentale ancora prima del X secolo.

Gli ingredienti

Per preparare il nostro cous cous di verdure avremo bisogno di diversi ingredienti; questi vanno bene per circa 4 persone:

  • 320g di acqua calda;
  • 180g di carote;
  • 180g di melanzane;
  • 180g di zucchine
  • 100g di taccole
  • 100g di cipollotto fresco;
  • 100g di pomodorini (tipo ciliegino);
  • 160g di cous cous (precotto);
  • 30g di olio extravergine d’oliva;
  • 10g di zenzero;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 1 peperoncino
  • 1 cucchiaio di curcuma (in polvere);
  • sale fino q.b.
  • foglie di menta.

La preparazione

Partiamo nella preparazione del nostro cous cous di verdure tagliando proprio le verdure dopo averle lavate. Tagliamo a listarelle il peperoncino (eliminando i semi interni), quindi tritiamo il cipollotto e poi procediamo con le melanzane facendole prima a fette e poi a cubetti. Possiamo passare alle carote e alle zucchine facendole delle piccole strisce. Tagliamo a tocchetti le taccole e poi dividiamo a metà i pomodorini. Raccogliamo tutta la nostra verdura e mettiamo una pentola molto larga su un fornello aggiungendo un filo d’olio e lo spicchio d’aglio. Poco dopo che l’olio si è scaldato versiamo per prime le melanzane, poi il cipollotto, quindi le carote, le taccole e infine le zucchine salando a nostro piacimento.

Attendiamo che termini la cottura, togliamo l’aglio e aggiungiamo i pomodorini proseguendo la cottura per un altro paio di minuti. Spegniamo il fuoco e passiamo una spolverata di zenzero per poi mescolare il tutto e lasciare a riposare.

Prendiamo il cous cous versandolo in una ciotola, aggiungiamo il sale e la curcuma e un filo d’olio. Mescoliamo per bene per poi versare tutti i 320g di acqua calda. Copriamo la nostra ciotola con la pellicola trasparente e facciamo riposare per circa 2 minuti. Trascorso questo tempo possiamo prendere il cous cous e versarlo su una teglia, in modo da sgranarlo utilizzando una forchetta.

Il nostro cous cous di verdure è pronto e dobbiamo solamente impiattare: mettiamo la verdura che abbiamo appena cotto su ogni piatto e poi versiamo la quantità di cous cous che desideriamo; aggiungiamo un po’ di foglie di menta e non ci resta altro che gustare questa straordinaria ricetta.

Buon appetito

Consigli ed errori da evitare

Una volta preparato il cous cous di verdure può essere conservato in frigorifero per non più di 3 giorni, avendo cura di coprire la ciotola con la pellicola trasparente da cucina. Un consiglio, ma allo stesso tempo un errore molto diffuso, è quello relativo alla separazione dei grani del cous cous dopo la cottura. Questa operazione è molto importante e non va fatta in maniera grossolana. Il consiglio è quello di versare il cous cous su una teglia con la carta forno e procedere con dedizione a separare i granelli; per quanto leziosa come operazione ne va del risultato finale.

Un altro consiglio è quello di non esagerare con i condimenti. Il cous cous può essere preparato in tantissime versioni e utilizzato con tantissime ricette, ma si sconsiglia di utilizzare condimenti eccessivamente pesanti che tradiscono la leggerezza di questo piatto.

No votes yet.
Please wait...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*