Come fare le autentiche frappe romane

Come fare le autentiche frappe romane

Le frappe o chiacchere sono uno dei dolci simbolo del Carnevale: ma come dev’essere quella perfetta? Esistono molti pareri discordanti a riguardo: quella appartenente alla tradizione romana dovrebbe essere croccante esternamente e leggera, dal gusto delicato e con un aroma leggero di limone. Ecco la storica ricetta delle autentiche frappe romane.

Per circa 400 grammi di frappe:

  • 250 gr. di farina 00
  • 2 uova medie
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • ½ bicchiere di grappa
  • Scorza grattugiata di un limone
  • 1 pizzico di sale
  • 1 litro di olio di arachidi per friggere
  • Zucchero a velo q.b. per decorare

 

Procedimento:

Per cominciare setaccia la farina su un piano da lavoro e crea una fontana, dove nel mezzo metterai le uova, lo zucchero, la grappa, la scorza grattugiata del limone ed il sale. Comincia quindi ad amalgamare tutti gli ingredienti insieme alla farina, sino ad ottenere un impasto morbido e non appiccicoso. Se serve aiutati con un po’ di farina.

Fai riposare per almeno mezz’ora l’impasto coperto con un telo, poi tagliane dei piccoli panetti da 50 g circa con un coltello. Stendi un panetto di impasto con l’aiuto di un mattarello: devi cercare di renderlo il più fine possibile. Questo passaggio è fondamentale per la perfetta riuscita della ricetta. Taglia la sfoglia ottenuta a strisce più o meno larghe, a seconda del tuo gusto. Ripeti l’operazione anche per le altre parti di impasto.

Le strisce sono ora pronte per essere fritte e trasformate in frappe! Metti a scaldare in una grande padella l’olio di arachide. Fa’ attenzione che il fuoco non sia né troppo alto, né troppo basso: ricorda che una buona frittura richiede sempre pazienza. Quando l’olio è bollente aggiungi alla padella 6 o 7 frappe, che dovrai rigirare spesso in modo da farle dorare e gonfiare in maniera uniforme. Disponi le frappe mano a mano sulla carta assorbente per far scolare l’olio in eccesso. Concludi con una spolverata di zucchero a velo aromatizzato alla vaniglia.

Buon appetito e… buon Carnevale!

 

No votes yet.
Please wait...

2 Commenti

  1. Buone ma io ricordo che la mia nonna metteva anche il bicarbonato

    No votes yet.
    Please wait...
    • Ciao Marinella e grazie per il tuo commento. Si, in alcune ricette viene aggiunto 1/2 cucchiaino di bicarbonato. Noi abbiamo preferito evitare e lasciare la ricetta più semplice possibile. Buone feste 🙂

      No votes yet.
      Please wait...

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


cinque + sei =