Cotechino con le lenticchie per Capodanno

Cotechino con le lenticchie per Capodanno

Lenticchie a capodanno soldi tutto l’anno! Così recita un adagio popolare che si rievoca ogni anno quando il 31 dicembre si festeggia e si saluta l’anno vecchio e si accoglie il nuovo, augurando che sia migliore del passato e, in questo caso, anche più redditizio. Vediamo quindi come preparare il famoso cotechino con le lenticchie per gustare i sapori della tradizione di capodanno e rispettare anche i riti per i quali le lenticchie porterebbero molti soldi.

La leggenda delle lenticchie

Che le lenticchie portino soldi, soprattutto se mangiate il 31 di dicembre è, ovviamente, una leggenda, che non ha origini certe e sulla quale ci sono diverse teorie. Quella più semplice spiega che le lenticchie hanno la forma delle monete e un piatto pieno di questo legume può evocare e ricordare un sacco pieno di monete. Una versione meno suggestiva ma forse più realistica è quella per la quale le lenticchie erano considerate di straordinaria importanza dal punto di vista alimentare e nutrizionale, in quanto sono ricche di ferro e proteine come la carne, ma rispetto ad essa molto più economiche e per questo capaci di far risparmiare (e di nutrire in assenza della carne).

La ricetta

Passiamo ora a scoprire quali sono gli ingredienti e le varie fasi per preparare il nostro cotechino con le lenticchie per la notte di Capodanno. La preparazione di questa ricetta è molto semplice, ci occorreranno non più di 15-20 minuti. Il tempo maggiore è quello della cottura, dove saranno necessari circa 50 minuti.

Gli ingredienti

Vediamo quali sono gli ingredienti per quattro persone per preparare il cotechino con le lenticchie:

  • 500g di brodo vegetale;
  • 300g di lenticchie secche;
  • 300g di cotechino precotto;
  • 35g di olio extravergine d’oliva;
  • 3 foglie d’alloro;
  • 2 rametti di rosmarino;
  • 1 carote;
  • 1 costa di sedano;
  • 1 cipolla bianca;
  • sale fino q.b.;
  • pepe nero q.b.

La preparazione

La prima cosa da fare per preparare il nostro cotechino con le lenticchie è quella di prendere le lenticchie e metterle in ammollo per circa due ore in un recipiente con dell’acqua fredda. Successivamente le scoliamo per bene, le sciacquiamo con l’acqua corrente e mettiamo a cuocere il cotechino. Per una cottura ottimale del cotechino è bene seguire le indicazioni riportate sulla confezione. Solitamente si tratta di immergerlo in una pentola con dell’acqua fredda e portarlo a cottura per una ventina di minuti dopo che l’acqua ha raggiunto l’ebollizione.

A questo punto prendiamo la carota, il sedano e la cipolla e le puliamo e le tritiamo, in modo da avere gli ingredienti giusti per il soffritto. Prendiamo una padella, vi versiamo l’olio d’oliva e lo scaldiamo. Aggiungiamo quindi le verdure appena tritate e le lasciamo soffriggere per circa due minuti; subito dopo aggiungiamo anche le lenticchie all’interno della padella. Aggiungiamo il sale, il pepe e aromatizziamo con le foglie d’alloro e i rametti di rosmarino (il consiglio è quello di legarli insieme con uno spago da cucina). Versiamo quindi il brodo vegetale (deve essere già caldo) e lasciamo cuocere per circa venti minuti, aggiungendo altro brodo quando necessario in base alla consistenza che si vuole dare alle lenticchie.

Terminata la cottura rimuoviamo i rametti di rosmarino e alloro e lasciamo il tutto all’interno della padella, coprendo con un coperchio. Prendiamo il cotechino che nel frattempo si sarà cotto, lo scoliamo e lo mettiamo su un tegame. Dopo averlo spellato e tagliato a fette possiamo servire insieme alle lenticchie ancora calde.

Il piatto è pronto e può essere consumato subito o, una volta che si è freddato, può rimanere in frigo per un paio di giorni, l’importante è che sia riposto all’interno di un contenitore chiuso ermeticamente.

Il piatto e pronto e non resta che gustarlo.

Buon appetito e buon anno!

No votes yet.
Please wait...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*