Frittelle di fiori di zucca alla calabrese: pitticeddre i cucuzza!

frittelle di fiori di zucca

L’estate porta con sè l’esplosione piena dei suoi sapori, colori e tentazioni, ma quando siamo in inverno… cosa succede? Cambia tutto! Fortunatamente, in molti periodi dell’anno riusciamo a trovare i fiori di zucca, che piacciono sia agli adulti e ai bambini e che si rivelano i deliziosi protagonisti di molte pietanze, proprio come nel caso della gustosa ricetta delle frittelle di fiori di zucca alla calabrese, ovvero i rinomati pitticeddre i cucuzza‘. Se deciderai di preparare questo piatto, trionferà un sapore intenso e coinvolgente!

Questa ricetta di semplice esecuzione, economica e pronta a tentare i tuoi ospiti e a stuzzicarne la golosità, ci propone buone quantità di vitamina A, B1, B2, B3, B9 e C, ma anche ottimi livelli di minerali, quali ferro, potassio, calcio e magnesio.

Naturalmente, con la cottura molti nutrienti si perdono, ma avremo comunque a che fare con un alimento dotato di notevoli proprietà nutrizionali, oltre che organolettiche, e di un cibo adatto a chi soffre di osteoporosi, nonché utile per contribuire al nostro fabbisogno giornaliero di vitamine e minerali. Perciò, ci sono tanti buoni motivi per portare in tavola i pitticeddre i cucuzza, non credi?

Ingredienti per 4 persone

  • 2 confezioni di fiori di zucca
  • 1 manciata di basilico
  • 1 zucchina di medie dimensioni
  • 400 gr. di farina
  • 1 bicchiere d’acqua fredda
  • 3 cucchiai di grana grattugiato
  • sale q.b.
  • Olio di semi di girasole

La preparazione delle frittelle di fiori di zucca alla calabrese

Cara cuoca o caro cuoco (so che dietro il monitor ci sono anche molti mariti che si dilettano frequentemente nelle sfide ai fornelli, prendendo il “classico” posto della donna in cucina!), come vedrai, questa ricetta è davvero semplice, pronta a entrare nella tua top ten dei piatti più veloci e gustosi da preparare, adatti ad ogni occasione!

La prima operazione da portare per preparare le frittelle di fiori di zucca alla calabrese, prevede il lavaggio dei fiori e della zucchina in abbondante acqua. Questo passaggio serve ovviamente ad eliminare ogni traccia d’impurità.

Dopodiché, affetta il tutto in striscioline sottili, mescolandole tra loro. In questa fase, aggiungi inoltre un delicato pizzico di sale (ti consiglio quello rosa o un po’ di Sale di Maldon), che andrà ad esaltare il gusto finale del piatto. Quindi, lascia riposare le strisce per 20 minuti.

Nel frattempo prendi una ciotola (ti suggerisco sempre il vetro) e mescola con una frusta la farina, aggiunta poco alla volta nell’acqua fredda, fino ad ottenere una pastella alla quale aggiungerai il parmigiano grattugiato (il pecorino è pure l’ideale, ma la scelta finale è sempre indirizzata al tuo gusto personale).

In seguito, sarà il momento di mettere sul fuoco una capiente padella per frittura (se è entrato nelle tue simpatie, anche il comodo wok è ottimo). In attesa che l’olio raggiunga la temperatura, potrai mescolare la composta di strisce di fiori e zucchine con la pastella e il basilico tritato. Friggi le tue frittelle di fiori di zucca alla calabrese o ‘pitticeddre i cucuzza’, dosando il composto da prelevare con un cucchiaio, e raccoglile con un ramaiolo per fritti. Adagiale sulla carta assorbente, prima di comporre il finale vassoio di portata. Nulla di più, semplice no? Buon appetito!

 

No votes yet.
Please wait...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


uno × quattro =