Giallo Limone a Salerno

Giallo Limone a Salerno

Serena Moscato faceva la pubblicitaria a Milano. Ora è proprietaria di un “locale piccolo, ma che fa tanto profumo”. Cosa è successo? E’ successo che un’estate di qualche anno fa Serena va a lavorare in una gelateria siciliana e la sua vita cambia: “Mi sono innamorata del mestiere. Mi piaceva già lavorare a contatto con la gente. Quindi c’ho aggiunto dolci, granite e gelati”.

Esatto: nel 2015 torna a Salerno e apre Giallo Limone. Prima, però, è stata a imparare a fare il gelato a Bologna, “perchè i gelati del Nord sono più leggeri e meno grassi”. Il suo è artigianale e di altissima qualità, mentre Giallo Limone offre anche qualche chicca come il “Bau bau Ice Cream”, gelato per cani. “Mi piacciono molto – dice Serena – animali, bimbi e piante, per cui il locale ne è pieno. In più ci sono tante foto, mie e delle ragazze che lavorano con me”.

I profumi che si sentono all’esterno sono quelli della pasticceria e delle briosce siciliane fatte in casa con uova biologiche, provenienti dall’allevamento della sorella di Serena (Uovo d’Oro).

La brioscia è un must per chiunque conosca e ami la granita siciliana, la cui arte è stata appresa da Serena direttamente in Sicilia. Giallo Limone deriva il suo nome da un’altra fascinazione di Moscato, che come avrete capito è molto istintiva: “Ero davanti alla tv e vedevo un documentario. c’erano questi ragazzi che avevano una limonaia in Sicilia e l’avevano chiamata Giallo Limone. Mi dissi: il mio locale si chiamerà così. D’altronde siamo a Salerno, a due passi dai limoni della Costiera Amalfitana. E’ così, poi, che è nato un locale in cui tutti si sentono in famiglia: abbiamo la fortuna di poter chiamare per nome ogni nostro ospite”.

No votes yet.
Please wait...