Le pizze di Di Pasquale: “Il Giardino degli Dei” di Salerno

Le pizze di Di Pasquale: “Il Giardino degli Dei” di Salerno

“Era arrivato il momento di mettermi in proprio. Dopo anni davanti al forno e a fare pizze ero pronto a fare il grande salto”. Esordisce così Marco Di Pasquale raccontando il suo esordio da imprenditore. Non quello da pizzaiolo. Quello c’era stato nel lontano 1988. Prima ancora s’era avvicinato al mondo delle pizzerie “a 14 anni, consegnando pizze. Lì è nata la mia passione”. Oggi, nel 2019, Di Pasquale ha dato vita ad un vero e proprio marchio, quello de “Il Giardino degli Dei”, che oggi annovera ben 7 locali. “Ma l’esser riuscito a creare una catena di pizzerie qui, nella mia Salerno, non mi distingue dai colleghi. Quello che lo fa è la semplicità, l’umiltà. Io sono un umile lavoratore. Faccio pizze e continuo a farle anche oggi. Do una mano ai miei collaboratori e agisco in prima persona”. E di collaboratori Di Pasquale è arrivato ad averne tanti, fino a 130. Come c’è riuscito? C’è riuscito perché non è solo umile. Di Pasquale, infatti, è anche bravo. Bravissimo. E’ l’unico pizzaiolo, ad oggi, ad aver vinto il premio Parmigiano Reggiano e quello per la pizza in teglia, mentre è giunto secondo nel concorso per la pizza classica napoletana. Ah, nel 2006 è giunto primo nel concorso mondiale per la migliore pizza, mentre nel 2015 è finito persino nel Guinness World Record per il maggior numero di pizze prodotte in 12 ore. Oggi fa il giudice nei maggiori concorsi mondiale del settore. “Il segreto per una buona pizza? – dice Di Pasquale – Sicuramente gli ingredienti. Li seleziono personalmente, scegliendo solo le migliori materie prime per realizzare una pizza di qualità, che sappia raccontare le eccellenze del mio territorio”. La fa facile Di Pasquale. Dimentica di dire, però, che il suo è un talento impareggiabile, esaltato da un’esperienza trentennale. “Faccio le pizze”, dice con la solita umiltà. Ma le fa alla perfezione.

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...