Maccheroni al ferretto con puntarelle e cacio ricotta

Maccheroni con puntarelle e cacio ricotta

A volte per preparare una buona ricetta non occorre stare ore in cucina, si può in un tempo modesto realizzare qualcosa di buono che delizia i palati dei commensali; maccheroni al ferretto con puntarelle e cacio ricotta fanno rispondono proprio a questa esigenza e possiamo prepararli per realizzare un primo veramente sfizioso e che lascerà entusiasti i nostri ospiti.

I maccheroni al ferretto

I cosiddetti maccheroni sono un particolare tipo di pasta che si ottiene mescolando acqua e semola di grano duro. È una pasta diffusa principalmente nell’Italia centro-meridionale che conosce una sua variante interessante nella versione ‘al ferretto’. Di cosa si tratta? I maccheroni al ferretto sono una versione tipica calabrese dei maccheroni, preparati avvalendosi di un ferretto di quelli per tessere a mano o, in assenza di esso, facendo una pressione con le dita. Per preparare i maccheroni al ferretto ci vuole un po’ di pazienza e di tempo; in alternativa per preparare la nostra ricetta si possono utilizzare anche i maccheroni tradizionali che rendono comunque in maniera spettacolare con il condimento che andremo a preparare.

Gli ingredienti

Per preparare i nostri maccheroni con puntarelle e cacio ricotta per due persone, ci occorrono i seguenti ingredienti:

  • 2 cucchiai di olio extravergine;
  • 1 cipollotto fresco;
  • 200 gr. di maccheroni al ferretto;
  • 2 cucchiai abbondanti di cacio ricotta grattugiato;
  • 300 gr. di puntarelle di catalogna spigata;
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato;
  • sale e pepe q.b.

La preparazione

Iniziamo grattugiando il cacio ricotta ed ottenendo due cucchiai di formaggio; una volta pelato il cipollotto dobbiamo tagliarlo in delle sottili listerelle. Prima di far lessare le puntarelle di cicoria per 15 minuti in acqua bollente, dove aggiungeremo un po’ di sale, dobbiamo pulirle, dividerle e lavarle.

Trascorso il tempo necessario possiamo scolare le suddette e metterle in una schiumarola bucherellata e poi farle sgocciolare all’interno di un colapasta. Su un tagliere tagliamo le puntarelle fino a farle diventare delle strisce e nel frattempo bisogna che l’acqua di cottura della verdura ritorni bollente.

In essa dovremo metterci la pasta con l’aggiunta del sale, sul fuoco deve starci anche una pentola antiaderente dove dentro c’è il cipollotto a listerelle e l’olio. Quando esso sarà appassito possiamo metterci le puntarelle, mescolando ed aggiungendo il prezzemolo tritato.

La fiamma della cottura deve rimanere bassa finchè la pasta non è pronta, per farlo utilizziamo la schiumarola bucherellata. Dobbiamo prestare attenzione a non farli gocciolare e mettiamo il tutto nella padella dove c’è la verdura, per poi versarci un mestolo d’acqua della cottura.

Proseguiamo mescolando ed inserendo il pepe macinato, poi facciamo saltare i maccheroni al ferretto con le puntarelle finché non si amalgamano alle verdure. Completiamo la ricetta con l’aggiunta del cacio ricotta grattugiato, lo mescoliamo e possiamo finalmente servire.

I maccheroni con puntarelle e cacio ricotta sono pronti e possono essere gustati.

Buon appetito!

Le puntarelle

Per preparare i maccheroni con puntarelle e cacio ricotta abbiamo utilizzato una particolare forma d’insalata, ovvero le puntarelle, tipiche della tradizione gastronomica romana e più in generale della regione laziale.

Le puntarelle sono apprezzate per la loro croccantezza e possono essere utilizzate anche come sfizioso contorno, condite con un filo d’olio extravergine d’oliva. Sia come contorno che come condimento per la pasta le puntarelle devono essere pulite, eliminando ogni residuo della terra.

Per pulire le puntarelle bisogna dividere le foglie dalle cimette, da queste togliere la base (troppo dura), tagliare i germogli a metà per il lato lungo, quindi fare delle strisce sottili. A questo punto bisogna metterle a bagno per circa un’ora all’interno di una ciotola di acqua fredda e limone; con questo procedimento le puntarelle assumeranno la forma tipica arricciata e potranno essere consumate a proprio piacimento.

Dal punto di vista nutrizionale le puntarelle sono composte principalmente d’acqua e per questo motivo hanno un limitato apporto calorico, ma allo stesso tempo sono ricche di sali minerali e vitamine. Nello specifico le vitamine in esse contenute sono quelle dei gruppi A, B e C. Le puntarelle hanno ottime proprietà disintossicanti e purificanti per l’organismo e il sapore amarognolo che le contraddistingue è derivato dalla presenza di sostanze che favoriscono la circolazione del sangue e svolgono una funzione ottimale per la digestione. Infine sono ottime per eliminare i grassi all’interno dell’intestino.

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*