O’Cuzzetiello, Salerno

O’Cuzzetiello, Salerno

O’Cuzzetiello nasce nel febbraio del 2018 dall’idea dei fratelli Giuseppe ed Emanuele Memoli, che vogliono realizzare non solo il loro sogno, ma anche quello della loro mamma Angela.

È proprio Angela a cucinare e a curare la spesa, perché come dice lei “i prodotti devo vederli e sentirli, nulla di tutto ciò che utilizziamo è congelato, per noi la cosa fondamentale è la qualità”. Perciò la mozzarella è sempre fresca di giornata e i prodotti (es. parmigiana) una volta finiti, sono finiti.
Inoltre il venerdì preparano i “purptiell affugat” e altri piatti a base di pesce, poiché la loro è anche una famiglia di pescatori.

Alcuni dei piatti che vanno per la maggiore sono i panini-hamburger (chianina e scottona) realizzati da Emanuele.
Uno dei must è il panino “Don Tullio” in onore della Fontana del Tullio della Villa Comunale di Salerno, realizzato con: hamburger di chianina, insalata, provola fresca di Agerola, patate al forno, bacon e maionese.
Un altro è “Nonna Mia” in onore delle tradizioni campane, realizzato con: hamburger di chianina, polpette al sugo, parmigiana e provola fresca di Agerola.

Altro pezzo forte è ovviamente il cuzzetiello che prepara Giuseppe. O’Cuzzetiello è la parte più sfiziosa del pane cafone, l’estremità dalla consistenza croccante e dalla forma tondeggiante farcito secondo tradizione secolare con sugo di ragù e polpette.

La parte fondamentale del cuzzetiello è il pane, che da O’Cuzzetiello prendono appositamente a San Sebastiano al Vesuvio (Napoli).
Il pane viene svuotato dalla mollica che sarà poi utilizzata per creare le polpette e viene farcito appunto con polpette al sugo, polpette fritte, etc.
Si possono abbinare diversi contorni come: parmigiana di melanzana, patate al forno o i “friarielli”.

No votes yet.
Please wait...