Orecchiette al sugo di carne

orecchiette al sugo di carne

Il sugo con la carne è uno dei condimenti più utilizzati nella cucina italiana. Per preparare un sugo con la carne prelibato ci serviranno degli ottimi ingredienti, un po’ di pazienza e mezza giornata di tempo libero. Il risultato sarà assicurato e verrà fuori un sugo che valorizzerà il nostro primo piatto con qualsiasi formato di pasta, ma che dà il meglio di sé con le orecchiette, come vedremo in questa ricetta.

Le orecchiette

Questo tipo di pasta, originario e diffusissimo in Puglia, è particolarmente famoso per le celebri orecchiette con le cime di rapa. Noi di Creare in Cucina le abbiamo già incontrate quando abbiamo visto la ricetta per fare le orecchiette rucola e patate; in tutti i casi si tratta di un tipo di pasta preparata con farina di grano duro, acqua e sale, con la parte centrale sottile rispetto al bordo e una superficie ruvida. Grazie alla forma e alle caratteristiche di questo tipo di pasta le orecchiette sono ottime per trattenere i condimenti e regalare un’esperienza di gusto eccellente e affascinante.

Gli ingredienti

Ecco quali sono gli ingredienti per preparare le nostre orecchiette al sugo di carne:

  • 800 gr. di scamone in un unico pezzo;
  • 2 cipolle;
  • 1 bicchiere di vino rosso;
  • 1 chilo e 200 gr. di passata di pomodoro;
  • 800 gr. di orecchiette;
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva;
  • sale q.b.;
  • pepe q.b.

La preparazione

Dopo che abbiamo visto come fare il sugo, oggi ci occupiamo del sugo con la carne. Per cucinare il sugo con la carne iniziamo pulendo e tagliando a fettine sottili la cipolla. Mettiamo in una pentola l’olio extravergine d’oliva, la cipolla ed il pezzo di carne e faremo cuocere a fuoco medio per circa 10 minuti, girando di tanto in tanto per far rosolare bene la carne.

Aggiungiamo il vino rosso e lo facciamo sfumare, ricordandoci di girare spesso la carne. Quindi aggiungiamo la passata di pomodoro, aggiustiamo di sale e pepe, preferendo pepe appena macinato, e continuiamo con la cottura per circa un’ora. Trascorso questo tempo verifichiamo la cottura e, se la carne ancora non è cotta bene, lascia cuocere per un altro quarto d’ora.

Mettiamo sul fuoco a fiamma vivace una pentola con abbondante acqua e sale e la portiamo a bollore. Raggiunto il bollore versiamo le orecchiette e cuociamo per circa 10 minuti. Scoliamo quindi le orecchiette al dente e le condiamo con il sugo di carne che abbiamo appena terminato di preparare.

Impiattiamo e portiamo in tavola. Per esaltare ancora di più il gusto della pietanza possiamo aggiungere un cucchiaino di parmigiano grattugiato su ogni piatto.

Le orecchiette al sugo di carne sono il formato di pasta che si sposa alla perfezione con questo sugo. Carne tenera e delicata da servire come secondo piatto ci permetterà di dover preparare solo un contorno per accompagnamento.

Curiosità

Per molte delle ricette che oggi utilizziamo regolarmente c’è molta discussione sulle rispettive origini e su quali siano gli ingredienti e le procedure di preparazione originali. Anche nel caso del sugo di carne, ovvero il ragù, ci sono diverse ipotesi. Nonostante il nome sia di origine francese, la paternità del ragù è contesa tra Napoli e Bologna. La differenza tra i due sughi di carne sta nel modo di tagliare la carne: nel ragù napoletano la carne è tagliata al coltello e si utilizzano pezzi grossi, mentre nel ragù bolognese la stessa carne (di maiale e di manzo) viene triturata. Entrambe le ricette, però, hanno anche altri elementi in comune, come l’utilizzo del pomodoro come legante e la preparazione del soffritto di verdure per far rosolare la carne.

Un’altra curiosità riguarda il tipo di pasta che si può utilizzare con il sugo di carne. Noi questa volta abbiamo visto la ricetta per le orecchiette e generalmente si può utilizzare su qualsiasi tipo di pasta, anche se gli specialisti della gastronomia sostengono che il ragù è perfetto con le tagliatelle e non deve essere mai utilizzato come condimento per i tortellini. Nella pratica molti utilizzano il sugo di carne come preferiscono, preparando ricette ottime e squisite utilizzando anche i maccheroni, le mezze maniche, le pipe e i fusilli.

Nonostante le precisazioni sull’origine e su quali siano i tipi di pasta più adatti a questo sugo, esso ha raggiunto il cuore del palato di chi lo ha gustato e lascia la libertà di essere utilizzato come si preferisce, per rispettare ed esaltare il piacere di mangiare bene e in compagnia.

No votes yet.
Please wait...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


sedici − undici =