Pizza pasquale al formaggio

Pizza pasquale al formaggio

Per ogni piatto culinario le regioni hanno le proprie tradizioni, quindi ognuno esprime la propria arte in cucina diversamente. Infatti nel caso della pizza pasquale al formaggio, nella regione umbra c’è un determinato modo di farla. Scopriamo insieme qual è la ricetta e la procedura per realizzarla, perché è una ricetta davvero molto semplice ma estremamente gustosa.

Ricette pasquali

Uno dei tratti caratteristici e per molti aspetti più affascinanti della tradizione enogastronomica italiana è quella di conservare ricette tipiche legate alle stagioni (anche per evidenti motivi di reperibilità degli ingredienti), ma anche legate al ciclo annuale delle festività religiose, specialmente cattoliche. Un caso evidente è quello delle ricette pasquali, sia dolci che salate, che ogni regione ha e custodisce con sapiente cura e che andrebbero riscoperte, anche se le motivazioni religiose che ne hanno giustificato la nascita e ne determinano le caratteristiche sono andate, per diversi motivi, spesso perdute.

Nella cucina umbra si ha l’abitudine di gustare la pizza pasquale al formaggio durante la Colazione di Pasqua, ovvero un pasto molto abbondante che si consuma in famiglia a base di salumi come il ciauscolo e il capicollo, gustati insieme alle uova sode e al vino. Le radici della Colazione di Pasqua così abbondante sono legate al digiuno svolto durante i giorni della Quaresima e, in modo particolare, nei giorni a ridosso della Pasqua. Per celebrare l’evento si è quindi soliti festeggiare godendo dell’abbondanza della tavola mangiando, tra le altre cose, anche la pizza pasquale al formaggio, nota anche con il nome di Pizza di Pasqua, Pizza pasqualina o Torta di Pasqua.

Gli ingredienti

Ecco gli ingredienti di cui abbiamo bisogno per preparare la pizza pasquale al formaggio:

  • 60 gr di strutto;
  • latte tiepido;
  • 3 uova;
  • 100 ml di olio;
  • 100 gr di formaggio stagionato di pecora;
  • 400 gr di farina 0;
  • pepe nero;
  • panna liquida;
  • 150 gr di pecorino;
  • 1 panetto di lievito fresco;
  • 1 tuorlo;
  • zucchero;
  • sale q.b.

La preparazione

Per preparare la pizza ci occorre la tavola per impasti dove vicino dobbiamo avere a portata di mano tutti gli ingredienti che ci occorrono. Essi sono: l’olio extravergine d’oliva, lo strutto ammorbidito, 3 uova, latte tiepido, 1 cucchiaio di zucchero e del lievito sciolto. A questi poi dobbiamo aggiungere il pecorino macinato una volta che abbiamo impastato il tutto, insaporiamo poi con sale e pepe.

Dobbiamo creare una massa morbida e farla lievitare per 2 ore così da raddoppiare il suo volume e poi aggiungere pezzi di formaggio. Procediamo poi con l’impastare ed aggiungere lo strutto per imburrare il contenitore dove starà la pizza che stiamo preparando. Per non rovinare la pizza, facciamo molta attenzione a non farla attaccare, dopo aver concluso ciò, possiamo inserirla nel contenitore.

Adesso occorre un’altra attesa di 1 ora e mezza circa dove l’impasto si raddoppierà ancora, subito dopo andrà messa nel forno. La temperatura deve essere di 170° e sulla pizza dobbiamo spennellare il tuorlo sbattuto in tazzina con poca panna.

Dopo un’ora di cottura, per avere la certezza che la pizza sia pronta, possiamo effettuare la cosiddetta prova dello stecchino, che ne determina la buona riuscita. Prima di poterla mangiare dobbiamo farla stare a testa in giù così che si sgonfi, dopo un’oretta poi avremo la possibilità di poterla gustare.

La cucina umbra

La pizza pasquale al formaggio è una delle specialità della cucina umbra. Questa cucina è, a differenza di altre, non caratterizzata da piatti poveri ed ha una identità propria poco condizionata dalle tradizioni limitrofe. Gli elementi principali di questa cucina è l’utilizzo dei prodotti di stagione e della terra e, soprattutto, della carne, alimenti che vengono utilizzati sia nei pasti quotidiani che in quelli per le grandi occasioni.

Le origini di questa cucina sono ancorate alle tradizioni degli antichi romani e degli umbri, con un utilizzo molto frequente di cereali e legumi. I piatti sono solitamente molto semplici e poco elaborati, con ricette che esaltano i gusti, i sapori e le proprietà delle materie prime utilizzate. I salumi e le carni (celebri quelle di Norcia) sono uno dei cardini su cui ruota tutta la gastronomia locale. Altri prodotti che ricorrono frequentemente sono il tartufo, l’olio extravergine di oliva, i vini DOP e i formaggi, utilizzati nella preparazione della pizza pasquale al formaggio.

No votes yet.
Please wait...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


uno × due =