Ricetta insalata di pasta alla crudaiola

insalata di pasta alla crudaiola

Questa deliziosa ricetta nasce negli anni ’60 ed è quindi abbastanza recente. È tipica della cucina pugliese, e si adatta perfettamente per i pranzi al sacco come cassetta, per il pic nic o per una giornata al mare. Nasce nella tradizione legata all’estate, quando si preparava questo piatto fresco da portare in spiaggia.

Pasta fredda, insalata di riso e la cucina per il picnic

La cultura e la tradizione della pasta fredda, come nel caso dell’insalata di pasta alla crudaiola o dell’insalata di riso (in base ai nomi propri regionali) è una forma molto sfiziosa e pratica per gustare un pasto preparato con anticipo per poi consumarlo quando desiderato senza doversi preoccupare della cottura. L’insalata di pasta alla crudaiola, così come l’insalata di riso, sono ricette molto semplici, ma non per questo meno difficoltose o a rischio complicazioni. Può capitare di sbagliare il condimento o di sbagliare la cottura della pasta; in tutti i casi, se è la prima volta che preparate questa ricetta, potete fare delle prove per prendere pratica.

Come abbiamo visto è una ricetta tipicamente estiva e primaverile, utilizzata per i pranzi al sacco come alternativa ai panini. È un piatto molto sfizioso e che può essere consumato, con la semplice aggiunta di un filo d’olio d’oliva, anche nei giorni successivi, qualora ne dovesse avanzare. Portare in spiaggia o al parco la pasta fredda è il modo migliore per avere un pasto sano, ricco di gusto ed estremamente pratico e versatile, non dovendo portarsi dietro forni, pentole né dovendo rinunciare al piacere di mangiare la pasta e di farlo in compagnia.

Gli ingredienti

Per preparare la nostra insalata di pasta alla crudaiola per 4 persone abbiamo bisogno dei seguenti ingredienti:

  • 360 gr di cavatelli;
  • 4 pomodori maturi ma sodi;
  • 5 cucchiai di olio extra vergine d’oliva;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 1 peperoncino;
  • basilico fresco;
  • origano;
  • 50 gr di ricotta stagionata;
  • sale q.b.

La preparazione

Per preparare l’insalata di pasta alla crudaiola prepariamo una pentola di acqua abbondante e salata, lasciamola sul fuoco a media potenza mentre cuciniamo gli altri ingredienti. Prendiamo un’insalatiera molto ampia e nell’ordine ci mettiamo: aglio tritato, pomodori lavati e tagliati a piccoli spicchietti (avendo cura di non disperdere la polpa), il basilico stropicciato con le mani per diffondere meglio l’aroma, il peperoncino, l’origano fresco e un filo di olio extravergine di oliva.

Mescoliamo quindi tutti questi ingredienti e lasciamo riposare per almeno due ore piene, a temperatura ambiente, affinché essi perdano i liquidi e si insaporiscano creando il tipico sughetto.

Buttiamo i cavatelli a sbollentare e scoliamo quando sono al dente o quando hanno raggiunto la consistenza desiderata. Uniamo quindi agli ingredienti nell’insalatiera, assicurandosi di non aggiungere acqua di cottura. Mescoliamo la pasta con i pomodori, il basilico e tutto il resto, aggiungendo infine una grattugiata abbondante di ricotta salata stagionata.

A seconda del gusto soggettivo si può mangiare ancora tiepida, anche se la tradizione e la ricetta prevede che si lasci riposare il tutto per almeno un’oretta. Come vino di accompagnamento per un pranzo o una cena a casa, potete scegliere un bianco che si sposa perfettamente con questo primo: il Gioia del colle. Se invece preferite un’alternativa più semplice, optate per una buona birra tedesca, ovviamente freddissima.

Buon appetito!

Trucchi e consigli

L’insalata di pasta alla crudaiola è solamente una delle tantissime varianti della pasta fredda, un tipo di primo piatto – ma a volte anche piatto unico – davvero sfizioso, pratico e fresco. Un elemento importante per la preparazione della pasta fredda è, ancor più del condimento, il tipo di pasta. Si consiglia di utilizzare la pasta corta, quindi mezze penne, rigatoni, penne rigati e fusilli. C’è anche chi prepara la pasta fredda con gli spaghetti, ma molto dipende dai gusti personali.

In tutti i casi durante la preparazione della pasta fredda è bene scolare la pasta almeno 2 minuti prima del tempo di cottura che è indicato sulla confezione della pasta, per poi scolarla sotto l’acqua fredda corrente. In alternativa, per non far disperdere l’amido che avvolge la pasta e quindi anche un po’ di sapore, si può versare la pasta all’interno di un’insalatiera, quindi condirla con un filo d’olio extravergine d’oliva per poi stenderla su un vassoio ricoperto dalla carta forno.

No votes yet.
Please wait...

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*